A Ghilarza la consegna delle benemerenze 2018

A Ghilarza la consegna delle benemerenze 2018

Comunicato stampa CIP Sardegna N° 123 del 13-04-2019

La Sardegna paralimpica è stata particolarmente vivace nel 2018. Sono tante le soddisfazioni che società e federazioni di riferimento si sono tolte in svariate discipline. E il Comitato Regionale CIP darà particolare risalto alle imprese di atleti, tecnici, dirigenti e delegati con l’organizzazione di una cerimonia ad hoc prevista per lunedì 15 aprile 2019, con inizio alle 18:00 presso l’Auditorium del Comune a Ghilarza.

La lunga lista dei premiati è stata redatta raccogliendo tutte le segnalazioni pervenute dalle federazioni.

La presidente CIP Sardegna Cristina Sanna col campione paralimpico Tapia

Per l’occasione la presidente Cristina Sanna accoglierà a braccia aperte i destinatari delle benemerenze, assieme al vice presidente vicario Paolo Poddighe e a tutti gli altri componenti della giunta CIP.

“Sono molto felice di questo particolare appuntamento – dice Cristina Sanna – non vedo l’ora di abbracciare i nostri campioni; avrò inoltre l’opportunità e il piacere di conoscerne diversi di persona. La speranza è che anche negli anni a venire si possano raccogliere tante soddisfazioni che non vengono mai per caso, ma al contrario testimoniano quanto lavoro c’è alle spalle da parte di allenatori, dirigenti e familiari”.

LA REGALE PASSERELLA DEI MERITEVOLI

Scorrendo l’elenco dei premiati troviamo il nome dello specialista di Paratrap Oreste Lai che grazie alla sua mira eccellente ha polverizzato piattelli su piattelli riuscendo a conquistare un argento ed un bronzo nella coppa del mondo Fossa Olimpica negli Emirati Arabi e a Lonato del Garda. Davanti a tale bravura appare scontato il titolo italiano (nella stessa specialità) da parte del cecchino di Sestu, tesserato con le Fiamme Oro, per conto della FITAV (Federazione Italiana Tiro a Volo)

Un’altra esperta in podi tricolori è la selargina Francesca Secci, nuotatrice della Sa.Spo. Cagliari e attivissima sotto l’egida della FINP – Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. Il premio compendierà cinque medaglie d’oro, una d’argento e due di bronzo raccolte nei campionati nazionali invernali, estivi (200 misti, 100 e 400 stile libero) e in acque libere tenutisi a Brescia, Palermo e Palau.

Sempre in vasca ma per conto della FSSI (Federazione Sport Sordi Italia), emerge Michela Nuscis della ASD Cagliari che nei campionati italiani estivi è salita sul gradino più alto del podio nei farfalla, e poi ha guadagnato altri tre argenti (50, 200 stile libero, 100 dorso) e due bronzi (200 misti e 100 stile libero).

Sardo è anche Stefano Porcu, valoroso direttore tecnico e allenatore della nazionale Paracanoa, che nell’ambito della FICK (Federazione Italiana Canoa Kajak) ha fatto vincere due ori ai mondiali in Portogallo e due ori agli europei in Serbia.

Nutrito l’elenco proposto dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali).

Nella nazionale italiana di basket che ha partecipato e vinto i mondiali C21 a Madeira c’erano gli atleti dell’APD Oristano Fulvio Silesu e Antonello Spiga e con loro il tecnico oristanese Mauro Dessì.

Fulvio Silesu, Chiara Statzu e Antonello Spiga

L’atletica leggera ha riservato soddisfazioni mondiali a tre atleti sardi che militano nella Sa.Spo. Cagliari. La marrubiese Chiara Statzu ha trionfato a Madeira negli 800 mt, a cui si aggiunge un argento nei 400 più quattro titoli italiani indoor e all’aperto distribuiti su tutte e due le specialità.

La sua compagna di squadra cagliaritana Sara Spano nella stessa manifestazione portoghese ha trionfato nelle staffette 4×100 e 4 x 400 più due titoli italiani nei 200 sia indoor, sia all’aperto.

Un altro atleta saspino, Simone Nieddu, ha raccolto un oro negli indoor (800) e altri due a Firenze ai nazionali estivi (400 e 800).

Alessandro Muzzu e Daniele Ruiu sono due nuotatori del Progetto Albatross di Sassari distintisi nei campionati italiani in vasca corta . Il primo con due ori nei 50 e 100 rana, il secondo con un primo posto nei 100 misti.

Ruiu, assieme ad Enrico Postiglione, Alessandro Roggio e Matteo Puggioni si sono imposti nella staffetta 4×200 stile libero.

La staffetta d’oro del Progetto Albatross

Anche i nuotatori della Promogest Quartu non hanno scherzato con gli ori di Fabrizio Orrù (50 dorso, 100 e 200 stile libero) e di Monica Aramini (200 stile libero).

A Sassari la ASD Luna e Sole può mostrare con orgoglio gli ori provenienti dal settore lanci dell’atletica leggera. Christian Lella è stato insuperabile nel martello e nel peso, mentre Chiara Masia ha fatto altrettanto nel settore femminile.

Chiara Masia e Christian Lella

Nel campo delle Bocce un titolo italiano lo conquista Davide Follesa della ASD Arcobaleno Gonnesa.

Altri premi saranno riservati al settore equitazione FISDIR che con Giovanni Delrio (Club Ippico Capuano Alghero) e Graziano Succu (ASD Erikam Sport & Integrazione), si sono fatti valere con due titoli tricolori rispettivamente nel dressage e nella gimkana. Il team algherese sarà premiato anche per aver raggiunto il primo posto nella speciale classifica a squadre nella stessa competizione disputatasi ad Oristano.

La squadra del club ippico Capuano di Alghero

Nell’ambito FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) di nuovo la Sa.Spo. Cagliari sugli scudi con i premi attribuiti a Mattia Cardia (titoli italiani outdoor nei 100 e 200 metri), Roberto Felicino Musiu che colleziona due primi posti agli indoor di Ancona (60 e 800) e altrettanti nei 100 e 200 della sua categoria a Nembro, nel corso dei campionati italiani all’aperto.

Atleti Sa.Spo in festa

Completa il quadro Fabrizio Minerba , vincitore, sempre a Nembro dei 400 mt.

Ci sono riconoscimenti anche per alcuni sodalizi sportivi: ASD Sardinian Open di Alghero per il Tennis, la ASD Arcieri Torres di Sassari relativamente al Tiro con l’Arco, entrambe per aver organizzato degli eventi internazionali in terra sarda. E poi anche il Progetto Albatross Sassari e l’ASD Sa.Spo Cagliari, società prettamente paralimpiche.

Gli Arcieri Torres

E poi ancora Stelle di bronzo al merito sportivo per Angelo Vitiello, Angelo Usai e Luigi Salis che hanno ricoperto il ruolo di delegati provinciali del CIP.

Manolo Cattari premiato per il progetto Agitamus

Infine un riconoscimento particolare sarà riservato allo psicologo dello sport Manolo Cattari in qualità di ideatore del Progetto Agitamus.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: