Comunicato stampa CIP Sardegna N° 52 del 27-09-2017

Comunicato stampa CIP Sardegna N° 52 del 27-09-2017

Il meglio dell’Atletica Paralimpica Italiana a Cagliari per due giorni ricchi di vibranti e avvincenti confronti. La società del capoluogo isolano Sa.Spo. Cagliari si è candidata per la conduzione in prima linea dei Campionati Societari Maschili e Femminili sotto la supervisione della FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) e che vedranno in lizza le migliori undici squadre attualmente in attività.

a sx il presidente Luciano Lisci con Mattia Cardia

Le gare prendono il via la mattina di sabato 30 settembre 2017 e si protraggono fino all’ora di pranzo del giorno dopo (ingresso gratuito). L’attrezzato campo di Atletica “Santoru” (ex Campo Coni) sito in via dello Sport, è pronto a ricevere circa settanta atleti. I titoli da assegnare riguardano sia le categorie assolute, sia quelle promozionali.

Il presidente nazionale FISPES Sandrino Porrù correrà con la maglia della SA.Spo

Non è la prima volta che la blasonata società cagliaritana, la prima in Sardegna a promuovere lo sport paralimpico dal lontano 1982, si è voluta mettere in discussione. L’intento di questa nuova scommessa è capire se in futuro sarà in grado di attivare rassegne sportive ancor più importanti. In realtà i fatti stanno dalla parte della SA.Spo che in due occasioni (2000 e 2008) aveva avuto il piacere e l’onore di perfezionare le edizioni dei Campionati Assoluti. Senza dimenticare l’ottimo responso che ebbero i campionati Europei FISDIR del 2011.

Foto di gruppo al Comune di Cagliari

L’iniziativa del club sardo ha inorgoglito i vertici nazionali della FISPES guidati dal presidente Sandrino Porru, che ricopre anche la carica di vice presidente nazionale CIP. Il noto dirigente campidanese ci tiene particolarmente a fare bella figura con la sua società di appartenenza, sia in tribuna d’onore, sia tra piste e pedane. Infatti anche lui gareggerà con la squadra padrona di casa in ben cinque discipline: 100 mt, Disco, Giavellotto e le due staffette.

Mattia Cardia al rientro da Notwil in aeroporto con il presidente Fispes regionale Addaris e la vice prsidente Sa.Spo Cristina Sanna

“Sono soddisfatto – ha risaltato Porru nel corso della conferenza stampa di presentazione – perché recentemente si è registrato un aumento delle società che hanno preso parte alle fasi regionali dei Campionati e per la FISPES è un’ottima indicazione per i progetti futuri”.

Le finaliste si ritrovano in Sardegna per la fase conclusiva, dopo un campionato che inizialmente ha previsto due fasi territoriali.

Sandrino Porru e Mattia Cardia pronti per i societari

Mai come nel 2017 gli atleti della SA.Spo sono vicini alla conquista del titolo tricolore. Ma nessuno vuole illudersi nonostante si ritrovino in testa nelle due classifiche parziali che riguardano Assoluti e Promozionali. Labile il vantaggio nei primi con appena 300 punti da amministrare; più largo nei secondi con oltre 700 lunghezze dalla inseguitrice. Dovranno vedersela con avversarie molto preparate come l’Omero Runners Bergamo che schiera l’italo cubano Oney Tapia, medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Rio nel Getto del peso ma soprattutto la temibilissima GHS Sempione 82 ASD di Pallanzeno (VB) che ha come atleta di spicco il giovane velocista Riccardo Bagaini, recente argento ai Mondiali di Londra nella 4X100 (T47).

Un momento della conferenza stampa

Le altre società che parteciperanno alla manifestazione: I Loverun Athletic Terni, ASD S. Stefano Sport Porto Potenza Picena (Macerata), Veneto Special Sport SSD A RL, GSA Vicenza, ASD Gela Sport, Polisportiva Dilettantistica ASPET Siracusa, ASD Handy Sport Ragusa.

Il presidente Sa.Spo Luciano Lisci

Non avendo mai vinto la rassegna tricolore la Sa.Spo metterà in campo tutte le forze disponibili, a cominciare dal presidente Luciano Lisci e dai suoi compagni veterani Sandrino Porru e Walter Puddu. Ma l’esponente più in voga del momento è senza dubbio il velocista di Villanovafranca Mattia Cardia, reduce dal bronzo di Notwil (Svizzera) nei 100 mt piani. Il resto della squadra è composta da Alessandro Cicu, Roberto Musiu, Damaso Enna, Fabrizio Minerba, Giangiacomo Bonomo.

Da ricordare che la staffetta 4 X100 made in Sa.Spo detiene dal 2008 il record italiano; merito di atleti dal cognome inconfondibilmente sardo: Cossu, Pireddu, Porru, Puddu.

Walter Puddu

“Siamo in grande fermento – racconta il presidente cagliaritano Luciano Lisci – nonostante il nostro pool organizzativo sia alle prime armi perché composto prevalentemente da giovani. Non vogliamo sfigurare rispetto ai nostri predecessori che gestirono meravigliosamente manifestazioni analoghe. Fino a questo momento sono soddisfatto del lavoro svolto, anche perché non sono mancati i consigli preziosi dei vecchi dirigenti Sa.Spo”.

Alessandro Cicu

“Sotto il profilo agonistico il nostro tecnico Antonio Murgia ha studiato a tavolino le sincronie più idonee per assicurare alla nostra società più piazzamenti possibili”.

Nel corso dell’incontro con gli operatori dell’informazione non poteva mancare il presidente regionale Cip Paolo Poddighe che ha posto l’accento sul ruolo preminente che la Sardegna ha avuto nel 2017 nell’organizzare manifestazioni paralimpiche di prim’ordine.

Il presidente del CIP Sardegna Paolo Poddighe

E’ possibile seguire le attività del Cip Sardegna su Facebook e nella rinnovata pagina web www.cipsardegna.org

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: