Comunicato stampa CIP Sardegna N° 50 del 07-09-2017

Comunicato stampa CIP Sardegna N° 50 del 07-09-2017

Suggestiva immagine del pontile sul Lago Flumendosa

VERSO LA GIORNATA NAZIONALE DELLO SPORT PARALIMPICO

L’arrivo di settembre ha riattivato le iniziative del Cip Sardegna a contatto con il suo territorio di competenza. Dopo il bagno di folla registrato a Quartucciu con le Pari Olimpiadi, l’organismo presieduto dall’instancabile Paolo Poddighe offrirà il suo patrocinio ad altre due importanti appuntamenti che si svolgeranno quasi in contemporanea rispettivamente a Nurri e a Nuoro il 9 settembre.

Ma il calendario degli eventi stilato nell’ultimo mese dell’estate annovera anche una data a Palau per un happening dedicato al Nuoto Paralimpico, il 23 e il 24.

 Periodo intenso per il presidente CIP Sardegna Paolo Poddighe

Il giusto rodaggio prima dell’apoteosi del 5 ottobre, quando la sassarese Piazza Italia sarà infiocchettata a dovere per accogliere la Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico che come tradizione ospiterà centinaia di studenti provenienti da tutta l’isola.

L’interazione tra “uguaglianze differenti” si gioverà di una nuove e dirompente spirale di divertimento e dialogo, nel nome di un mondo sportivo sempre più solidale.

 Fabio Secci

IL WAKEBOARD DI SCENA SUL LAGO FLUMENDOSA

Disegnare figure acrobatiche su un avvincente specchio d’acqua lacustre. Succederà nel pomeriggio di sabato, quando l’atleta paralimpico Fabio Secci (vedere intervista in basso), mostrerà i suoi progressi perfezionati in manifestazioni internazionali di rilievo. Durante il breafing che precederà la sua esibizione, il villacidrese di stanza a Londra trasmetterà i suoi valori ai presenti, chiarendo ancora una volta come una protesi deve dare maggiore consapevolezza nei propri mezzi.

La manifestazione paralimpica organizzata dalla FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard), in Sardegna rappresentata da Monica Vargiu, si svolgerà presso l’Hotel Istellas, a Nurri. Nei pressi dell’invaso artificiale del Lago Flumendosa anche altre discipline sportive affiliate al CIP Sardegna daranno il loro contributo, affinché il pomeriggio sarcidanese possa allietare nel miglior modo possibile i presenti, soprattutto le persone disabili che ci si augura, convergano in tante verso il pontile di ritrovo.

 Suggestiva immagine del pontile sul Lago Flumendosa

Nell’aerea allestita a cielo aperto, la FITARCO si cimenterà in dimostrazioni pratiche grazie al contributo della ASD Sardara Archery Team che sarà ben lieta di far provare la propria attrezzatura ai presenti.

Il pomeriggio sarà animato anche dalla FPICB (Federazione Italiana Calcio Balilla): nell’area indoor le stecche inframmezzate da sagome colorate potranno essere frullate da veterani e neofiti.

Sempre al chiuso la FITeT Sardegna (Federazione Italiana Tennistavolo) opererà con la collaborazione del Tennistavolo Norbello che oltre a dare un saggio della bravura dei propri tesserati paralimpici, condividerà tavolo e racchette per regalare ulteriori momenti spensierati a chi vorrà trascorrere un pomeriggio che si preannuncia spumeggiante.

FABIO SECCI NON VEDE L’ORA DI CONFRONTARSI CON I SUOI CORREGIONALI

Ha un feeling particolare col surfing ed il wakeboarding da circa due anni. Anche se nato ai piedi del monte Linas, Fabio Secci non poteva non disconoscere gli effetti magnetici che l’acqua salmastra provoca nell’isola tirrenica. “Il contatto con il mare mi ha restituito qualcosa che sentivo lontano – ammette l’atleta paralimpico –come l’armonia del corpo con la natura, sensazione generante un mix di energie che ti attraversano, sprigionando dolore, amarezza, spensieratezza e felicità”.

Da qualche anno vive e lavora a Londra con lo scopo essenziale di realizzare i suoi sogni nel cassetto.

 Fabio Secci dà spettacolo sullo specchio d’acqua del Flumendosa

Praticamente la protesi è una tua fedele alleata da sempre.

Sono nato con un agenesia tibiale che in parole semplici significa 17 cm in meno nella gamba sinistra. Questo mi ha portato ad utilizzarla fin da quando avevo un anno, agevolandomi nella capacità di adattarmi alle differenti sfide giornaliere.

Uno stile di vita che non ti ha creato particolari disagi.

Famiglia, amici, sport hanno reso il mio percorso di crescita sempre pieno di nuove prove, dalle quali ho imparato che vincente o perdente, si impara sempre qualcosa.

 Fabio Secci in versione mare

Il tuo slogan è “vivi e ama una vita senza limiti”

Porto avanti il sogno di diventare un atleta; porto avanti il progetto chiamato Fyourlimit.com, che mira a diffondere il messaggio di vivere una vita senza limiti, introducendo altre persone agli sport acquatici come surf, wake, sup e triathlon.

Nella tua testa circolano un sacco di idee

Vi sono altri sogni, progetti sui quali investi notti e giornate intere. Progetti su cui impieghi tutte le tue energie ma che non possono diventare realtà se non quando incontri tante persone con stessi obiettivi, passioni e serietà. Persone che unendo le forze partoriscono qualcosa che potrebbe cambiare il percorso di vita di tanti.

 Fabio Secci in Sarcidano

A Nurri ci sei già stato altre volte. Ma sabato sarà un appuntamento ancora più speciale

Sono felice e veramente lusingato di esser parte di questo evento, che insieme al CIP Sardegna e Wakeboarding Nurri Lake darà inizio ad un viaggio che aiuterà lo sport a crescere.

Come intratterrai i visitatori?

Non ci sarà solo l’opportunità di provare diverse discipline, ma è anche l’occasione di conoscere, ascoltare ed apprezzare delle storie di vita quotidiana: sfide e lotte di ogni giorno da cui imparare e capire qualcosa in più.

Lo sport è davvero un toccasana..

Oserei dire una cura. Il vero messaggio da diffondere attraverso questo evento è che la vita è una scommessa, bisogna saperla vivere senza limiti. Sabato sarà una grande giornata, il lago sarà circondato di energie positive e tanti sorrisi che apriranno le porte ad un nuovo futuro.

 Fabio Secci prepara l’allenamento a Nurri

Racconterai la tua storia..

E anche la mia passione, energia ed esperienza per far sì che tutti possano trovare ispirazione e un punto di riferimento a cui chiedere consigli o semplicemente un sorriso.

Tornerai a Londra ancor più carico?

Sicuramente ingloberò tanta energia e sono sicuro che stringerò nuove amicizie e apprenderò tante storie da cui imparare. Ringrazio Monica & Giorgio e tutto lo staff del Cip Sardegna per questa opportunità.

NUORO ACCOGLIE LA TENACE E ADORABILE NICOLE ORLANDO

Le storie che fanno bene all’anima, raccontate dai protagonisti. Nicole Orlando è famosa in tutto lo stivale per i vari successi conquistati nel mondiale IAADS di Atletica Leggera in Sud Africa (2015). Le sue imprese non hanno lasciato indifferente l’opinione pubblica e sovente l’atleta paralimpica si trova a girare la nazione per raccontare le sue impressioni. Anche la pubblicazione scritta in collaborazione con la giornalista sportiva Alessia Cruciani è servita a dare un ulteriore sprone a chi non combatte nel quotidiano per una vita migliore. Il volume, uscito lo scorso anno, dal titolo “Vietato dire non ce la faccio”, sarà presentato sabato prossimo a Nuoro in occasione di un meeting organizzato dagli amici di Roberto Ravarotto, scomparso improvvisamente lo scorso anno in seguito ad un incidente stradale.

 La copertina del libro di Nicole Orlando

L’incontro avrà luogo nella Sala Conferenze Salesiani, in via Pertini. Il CIP Sardegna lo patrocinerà assieme alla FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivi Relazionali), il Comune di Nuoro, la Federazione Italiana Pallacanestro e il CONI. Coordinerà il giornalista Luca Urgu, dopo i saluti di rito dispensati dal sindaco del capoluogo barbaricino Andrea Soddu, dalla delegata provinciale CIP – CONI Sandro Floris e la delegata regionale FISDIR Carmen Mura.

 

E’ possibile seguire le attività del Cip Sardegna su Facebook e nella rinnovata pagina web www.cipsardegna.org

You may also like

In corso ad Arzachena il Convegno “Scuola, Sport e Integrazione”

Sta suscitando molto interesse all’auditorium Arzachena il convegno